La sperimentazione nella gestione delle discariche

I RU conferiti giornalmente dai Comuni utenti della discarica vengono pesati e successivamente scaricati in un’apposita area all’interno della vasca di coltivazione.

Il materiale viene triturato e irrorato con una soluzione contenente un substrato biologicamente attivo, dopodiché viene disposto in cumuli, denominati barche. I cumuli, di altezza pari a circa 2.5 m, vengono ricoperti con teli in carbone attivo ad alto potere assorbente ed aerati con l’ausilio di ventilatori e di tubi di distribuzione opportunamente fessurati.

Con frequenza giornaliera si è provveduto al monitoraggio delle portate d’aria, del dosaggio della soluzione biologica, della temperatura della biomassa e dei cedimenti volumetrici dei cumuli stessi.

Durante la sperimentazione sono stati prelevati campioni rappresentativi di rifiuto in ingresso e dopo 7 giorni di processo, sui quali sono stati determinati l’umidità, i solidi volatili (SV), il pH, il rapporto BOD5/COD, il contenuto di metalli pesanti, il test di produzione specifica del biogas e, di particolare importanza, l’Indice di Respirazione Dinamico (IRD), quest’ultimo utile per la corretta definizione del grado di stabilità biologica del materiale trattato.